maschere raster

Come descritto nelle sezioni precedenti, il risultato finale di una maschera per un modulo (l’effetto combinato di qualsiasi maschera disegnata e parametrica) è un’immagine raster in toni di grigio che rappresenta l’intensità con la quale il modulo debba essere applicato su ogni pixel. L’immagine raster è conservata internamente per i moduli attivi e può essere utilizzata in seguito per gli altri moduli nella pixelpipe.

Come per qualsiasi altra maschera, se il valore di opacità per un pixel nella maschera raster è zero, l’input del modulo ne risulta inalterato. Se l’opacità è 1.0 il modulo ha pieno effetto sul pixel. Per ogni valore tra 0 e 1.0 l’effetto del modulo viene applicato proporzionalmente alla posizione.

Puoi scegliere una maschera raster dalla combobox. Le maschere raster possono essere identificate dal nome del modulo sulle quali sono state generate originariamente.


Nota: le maschere raster vengono generate come parte del processo interno del modulo. Una volta che l’elaborazione del modulo è completa la sua maschera diventa disponibile per i moduli successivi nella pixelpipe.

Questo ha due implicazioni:

  1. Le maschere raster non possono essere generate da moduli disabilitati, in quanto questi non partecipano nell’elaborazione della pixelpipe. Nel momento in cui disabiliti un modulo la sua maschera non è più disponibile.

  2. Le maschere raster vengono passate verso l’alto attraverso il pixelpipe dopo l’elaborazione del modulo – possono essere usate solo dai moduli che vengono dopo nella coda rispetto al modulo di origine.